Header

Mario Bello, eletto Presidente dell’O.I. Filiera Ittica

luglio 25th, 2017 | Posted by massimiliano bello in News

Mario Bello, eletto Presidente dell’O.I. Filiera Ittica, in occasione dell’Assemblea dei Soci dell’Organizzazione Interprofessionale svoltasi a Roma nella giornata di lunedì 24 luglio u.s. e convocata per il rinnovo delle nomine sociali.

Vice Presidente è stato eletto Giuseppe Palma di Assoittica Italia e nuovi Consiglieri per conto della Feder op.it: Marco Giachetta, Presidente dell’OP Tonnieri del Tirreno di Salerno e Sonia Barchielli, Presidente dell’OP Labronica di Livorno.

Com’è noto, l’OI Filiera Ittica è l’unica Organizzazione Interprofessionale riconosciuta in Italia per il settore della pesca e dell’acquacoltura, in base alla disciplina unionale relativa all’Organizzazione comune de mercati (OCM), con Decreto Ministeriale del 16 gennaio 2004, ed è composta dai seguenti soci, operanti a livello produttivo, della trasformazione, distribuzione e commercializzazione dei prodotti ittici e dell’agro-alimentare:

– la Federazione delle Organizzazioni di Produttori della Pesca e dell’Acquacoltura Italiane (Feder op.it), cui aderiscono 30 OP, aggregando il 20% della produzione nazionale;

– l’Associazione Nazionale delle Aziende Ittiche (Assoittica Italia), con le maggiori aziende di trasformazione e un fatturato complessivo di circa 3 miliardi di euro;

– la Federazione Italiana dei Pubblici Servizi (FIPE/Confcommercio), leader nel settore della ristorazione con oltre 300.000 imprese rappresentate;

– la Federazione Italiana dei Dettaglianti dell’Alimentazione (FIDA/Confcommercio), con oltre 60.000 aderenti.

Il Presidente Mario Bello, nel ringraziare i Soci per la fiducia accordatagli, ha ribadito l’esigenza di rilanciare l’iniziativa dell’OI Filiera Ittica, che deve proporsi  tra i soggetti attuatori del Programma nazionale della pesca e dell’acquacoltura (2017-2019), per il ruolo e la rappresentatività dell’Or-ganizzazione, ricordando le finalità statutarie su cui poggia il programma di attività previsto, quali:

  • promuovere i prodotti della pesca e dell’acquacoltura dell’Unione… servendosi, ad esempio, della certificazione dei prodotti, e, in particolare di denominazioni di origine, marchi di qualità, denominazioni geografiche, specialità tradizionali garantite e meriti dei prodotti in termini di sostenibilità;
  • migliorare la qualità, la conoscenza e la trasparenza della produzione e del mercato, …;
  • realizzare ricerche e studi di mercato e sviluppare tecniche volte a ottimizzare il funzionamento del mercato…;
  • fornire le informazioni e svolgere le ricerche necessarie per garantire un’offerta sostenibile di cui la quantità, la qualità e il prezzo corrispondano alle esigenze di mercato e alle aspettative dei consumatori;
  • fornire le informazioni e svolgere le ricerche necessarie per garantire un’offerta sostenibile di cui la quantità, la qualità e il prezzo corrispondano alle esigenze di mercato e alle aspettative dei consumatori;
  • redigere contratti tipo compatibili con la normativa dell’Unione, ecc.

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 Both comments and pings are currently closed.